Comunicazione d’impresa e politica delle risorse umane LM 59 A.A. 2015-2016

Il corso di laurea magistrale in Comunicazione d’impresa e politica delle risorse umane mira a formare manager della comunicazione d’impresa in grado di progettare, integrare e gestire la comunicazione interna ed esterna delle organizzazioni pubbliche e private, sia nella fase della formazione e trasmissione dell’informazione, sia in quella dell’analisi della sua efficacia.

A tal fine il corso intende:

sviluppare competenze sia interdisciplinari sia settoriali sui processi di trasmissione della conoscenza a fini organizzativi, produttivi e promozionali;
offrire allo studente una prospettiva culturale in grado di renderlo criticamente e creativamente consapevole del contesto storico, economico, politico, istituzionale, sociale e filosofico in cui s’inserisce l’attività dell’organizzazione.
La formazione non si limita all’operatività dell’impresa orientata al profitto ma mira ad accrescere la capacità di orientare se stessi e gli altri in un mondo culturalmente e tecnologicamente complesso.

Il corso offre, in particolare nel secondo anno, momenti di alternanza fra lo studio, l’approfondimento teorico-critico e le attività di laboratorio, allo scopo sia di rielaborare e applicare le le conoscenze acquisite nel primo anno di studi, sia di sviluppare competenze nella produzione dell’informazione e nella progettazione della comunicazione.

Sono previsti due percorsi d’approfondimento, dedicati agli aspetti giuridici, economici, sociologici, filosofici e culturali rispettivamente della comunicazione interna e di quella esterna. Lo studio, che potrà avere o un taglio settoriale o una prospettiva interdisciplinare, sarà accompagnato dall’attività di tirocinio e dal lavoro di tesi, per il quale è riservato un ampio spazio alla fine del secondo anno.

Sbocchi professionali

I laureati magistrali in Comunicazione d’impresa e politica delle risorse umane potranno esercitare funzioni di responsabilità in imprese di produzione e di servizi, oltre che in organizzazioni pubbliche e del terzo settore.

Potranno inoltre, se hanno scelto di approfondire i temi della comunicazione intra-aziendale, svolgere il ruolo di:

esperti in risorse umane e dell’organizzazione del lavoro, per le loro competenze nel campo dell’organizzazione dei sistemi lavorativi, dell’economia dell’impresa e del lavoro, e della gestione e sviluppo delle risorse umane;
esperti nella selezione, valutazione e formazione del personale, per le loro conoscenze sulle dinamiche del mercato del lavoro e su quelle dei gruppi;
all’interno di imprese e organizzazioni di maggiori dimensioni potranno curare i processi connessi alla comunicazione, al marketing interno e alla motivazione del personale.
Per quanto concerne la comunicazione esterna potranno essere assunti come esperti nella commercializzazione di beni e servizi e nei processi di definizione del marketing strategico, oltrechè di applicazione del marketing operativo. Potranno inoltre:

svolgere attività di analisi di mercato, presso istituti specializzati o entro organizzazioni che riservino un ruolo a tali attività;
lavorare al servizio di organizzazioni e di partiti politici per campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica ed elettorali, anche come portavoce;
partecipare ad attività di ricerca giuridiche, economiche, sociologiche, politologiche e filosofiche in particolare per quanto riguarda l’uso dei media e il nesso – tecnico e stilistico – fra contenuti trasmessi e strutture espressive.