Migliore tesi di dottorato: vincitrice per il Dottorato di Scienze politiche la dr.ssa Emilia Lacroce

Sono stati assegnati 14 premi per le migliori tesi di Dottorato di ricerca discusse nel 2020 all’Università di Pisa. Dopo una selezione a cui hanno partecipato in totale 68 candidati, per il settore Scienze giuridiche, economiche e statistiche, Scienze politiche e sociali è stata premiata la dr.ssa Emilia Lacroce con la tesi dal titolo “Il Mondo di mezzo e la sua rappresentazione: circolarità del processo interpretativo e dispute di frames”.

Giudizio della Commissione:

“La tesi, assai originale e innovativa, è frutto del tentativo, egregiamente riuscito, di unire gli strumenti tipici della ricerca linguistica e letteraria all’analisi storica, politologica, sociologica e culturale delle organizzazioni di tipo mafioso al fine di ricostruire e comprendere il patrimonio discorsivo che le caratterizza. Tale approccio di ricerca multidisciplinare viene con successo applicato al processo penale sul caso “Mondo di Mezzo” ricostruito nella sua dimensione mediatica e culturale.”

A seguire il commento della vincitrice:

“L’obiettivo del mio percorso di ricerca, iniziato a fine 2016, era quello di approfondire le rappresentazioni del fenomeno criminale noto alle cronache come “Mondo di Mezzo”, e del processo penale che ne è derivato. Soprattutto l’iniziale attribuzione dell’etichetta “mafia” ha animato per diverso tempo il dibattito scientifico, non solo in ambito giuridico. I miei interessi hanno riguardato soprattutto la dimensione linguistica delle narrazioni osservabili sul fenomeno romano, e più in generale sui fenomeni mafiosi.

Sono molto grata alla commissione che ha premiato la mia tesi, una meravigliosa sorpresa che conclude i miei quasi 15 anni all’Università di Pisa. Una bellissima conclusione di percorso!”