Linee guida Esame di Stato albo B – I sessione anno 2020

Premessa

Queste linee guida sono state realizzate per consentire alle candidate e ai candidati una più adeguata preparazione dell’Esame di Stato per Assistenti Sociali, tipo B, anche in relazione ai cambiamenti previsti dal decreto in ragione delle criticità dell’attuale periodo emergenziale.

Queste linee guida sono state preparate tenendo presenti le indicazioni per gli esami di stato fornite alle Commissioni giudicatrici dal Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali.

Ambiti tematici dell’esame di stato tipo B

L’esame di stato per l’Albo B si riferisce, secondo il DPR 328/01, al seguente insieme di ambiti tematici, su cui dovrà vertere la preparazione dei candidati:

  • aspetti teorici e applicativi delle discipline dell’area di servizio sociale; principi, fondamenti, metodi, tecniche professionali del servizio sociale, del rilevamento e trattamento di situazioni di disagio sociale
  • principi di politica sociale; principi e metodi di organizzazione e offerta di servizi sociali;
  • legislazione e deontologia professionale, esame critico dell’attività svolta durante il tirocinio professionale;
  • analisi, discussione e formulazione di proposte di soluzione di un caso

Modalità di effettuazione dell’esame

Come noto, la prova di esame sarà unica e svolta oralmente; la prova avrà durata indicativa di circa 40 minuti e comunque non inferiore a 30 minuti, ferma restando l’esigenza di ogni candidata/candidato a rappresentare al meglio la propria preparazione. La durata, orientativa, ha l’obiettivo di permettere un calendario di massima di svolgimento delle prove, di modo che ogni candidata/candidato possa conoscere con un certo anticipo il giorno e la collocazione della propria prova orale.

La prova si strutturerà orientativamente secondo la seguente modalità:

  1. all’avvio della prova orale, si procederà al riconoscimento della candidata/del candidato
  2. alla candidata/al candidato sarà fornita – mediante la condivisione dello schermo – la descrizione di un caso pratico (“traccia”), che dovrà essere letta e analizzata al fine di organizzare una discussione che si soffermerà sui seguenti punti:
  • analisi del caso (caratteristiche dei soggetti coinvolti, contesti familiari, reti di relazione, storie personali e sociali dei soggetti e reciproche interazioni, contesti economico-culturali, contesti territoriali, ecc…);
  • eventuali riferimenti teorici (modelli di servizio sociale) riferibili alla situazione e all’intervento;
  • possibili dilemmi o sfide etiche che la situazione comporta (ad es. eventuale contrapposizione tra mandato istituzionale e mandato sociale);
  • riferimenti normativi e linee di politiche sociali cui potersi riferire per costruire un intervento;
  • metodologie utilizzabili, specificando le fasi del possibile processo d’aiuto; individuazione di strategie anche alternative di intervento – per quanto consentito dalla traccia fornita;
  • valutazione professionale per la possibile presa in carico integrata e la attivazione dei possibili percorsi integrati di tipo socio-sanitario o socio-assistenziale.
  1. alla candidata/al candidato sarà chiesto di commentare il caso e l’analisi valutativa compiuta secondo i punti sopra descritti; durante tale discussione i membri della Commissione potranno effettuare domande di chiarimento e approfondimento, nei limiti dei temi elencati al punto 1;
  2. la parte finale della prova verterà sulla presentazione del tirocinio effettuato dalla candidata/dal candidato nel proprio percorso curriculare, del quale si dovranno descrivere le caratteristiche essenziali (ambito, struttura, servizio di svolgimento) e gli aspetti critici (punti di forza, punti di debolezza) dell’esperienza condotta, l’utilità rispetto al percorso formativo e professionale, la relazione con i servizi e i supervisori, ecc…

La commissione, nel valutare la prova dei candidati, terrà presenti i seguenti criteri:

  1. capacità di esporre e argomentare le scelte effettuate e le responsabilità professionali connesse;
  2. capacità di rappresentare le strategie di azione professionale relative alla gestione di interventi complessi e alla costruzione di reti di collaborazione territoriale;
  3. capacità di argomentare adeguatamente sul piano logico e professionale le proprie valutazioni professionali, con riferimento specifico ai quadri deontologici e metodologici;
  4. conoscenza dei modelli teorici, dei riferimenti normativi, dei percorsi metodologici e istituzionali riferibili al caso discusso;
  5. capacità di valutare l’esperienza del tirocinio sotto il profilo degli apprendimenti e degli elementi di criticità.

Orientamenti di massima per la preparazione dell’esame di stato di tipo B

Per la preparazione dell’esame, è richiesto l’esercizio della capacità delle candidate/dei candidati, nell’analizzare un caso, nell’inquadrarlo all’interno delle dimensioni teoriche, normative, deontologiche e normative che costituiscono aspetti essenziali per la prefigurazione di un percorso di presa in carico e di attivazione di servizi e interventi integrati. Un aspetto centrale nell’esercizio di quella capacità è il momento della formulazione delle ipotesi di intervento; la discussione del caso non dovrà essere, quindi, una mera elencazione di “cose da fare”, ma una riflessione critica che consideri in modo logicamente interconnesso gli aspetti descritti al punto 2.

Si ricorda che è necessaria la conoscenza del nuovo codice deontologico, entrato in vigore il 1° giugno 2020. Il testo è scaricabile dal sito: https://cnoas.org/nuovo-codice-deontologico/

Linee guida Esame di Stato albo A – I sessione anno 2020

Premessa

Queste linee guida sono state realizzate per consentire alle candidate e ai candidati una più adeguata preparazione dell’Esame di Stato per Assistenti Sociali, tipo A, anche in relazione ai cambiamenti previsti dal decreto n.  in ragione delle criticità dell’attuale periodo emergenziale.

Queste linee guida sono state preparate tenendo presenti le indicazioni per gli esami di stato fornite alle Commissioni giudicatrici dal Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali.

Ambiti tematici dell’esame di stato tipo A

L’esame di stato per l’Albo A si riferisce, secondo il DPR 328/01, al seguente insieme di ambiti tematici, su cui dovrà vertere la preparazione dei candidati:

  • Teoria e metodi di pianificazione
  • Organizzazione e gestione dei servizi sociali
  • Metodologie di analisi valutativa e di supervisione dei servizi e di politiche dell’assistenza sociale
  • Analisi valutativa di un caso di programmazione e gestione dei servizi sociali
  • Discussione e formulazione di piani e programmi per il raggiungimento di obiettivi strategici definiti dalla commissione

Modalità di effettuazione dell’esame

Come noto, la prova di esame sarà unica e svolta oralmente; la prova avrà durata indicativa di circa 50 minuti e comunque non inferiore a 30 minuti, ferme restando le esigenze di ogni candidata/candidato a rappresentare al meglio la propria preparazione. La durata, orientativa, ha l’obiettivo di permettere la costruzione di un calendario di massima per lo svolgimento delle prove, di modo che ogni candidata/candidato possa conoscere con un certo anticipo il giorno e la collocazione della propria prova orale.

La prova si strutturerà orientativamente secondo la seguente modalità:

  1. si procederà al riconoscimento della candidata/del candidato;
  2. alla candidata/al candidato sarà chiesto di ipotizzare l’organizzazione di un servizio o di un progetto o ancora di un programma di formazione/supervisione come strategia per affrontare un problema organizzativo, su un’area indicata dalla commissione durante la prova orale.
  3. per la discussione dell’ipotesi di servizio, di progetto o di formazione/supervisione, la candidata/il candidato dovrà articolare l’esposizione tenendo presenti i seguenti punti:
  • breve presentazione del contesto di riferimento
  • problema che si intende affrontare e suo riferimento al contesto descritto
  • analisi valutativa
  • obiettivi/risultati attesi
  • percorso logico prefigurato

Durante la discussione delle ipotesi di servizio, progetto o programma di formazione, i membri della Commissione potranno effettuare domande di chiarimento e approfondimento, nei limiti dei temi elencati al punto 1, e comunque riferiti alla situazione sottoposta dalla Commissione.

La commissione, nel valutare la prova dei candidati, terrà presenti i seguenti criteri:

  1. capacità di esporre e argomentare le scelte effettuate e le responsabilità professionali connesse;
  2. capacità di rappresentare le strategie di azione professionale relative alla gestione di interventi complessi e alla costruzione di reti di collaborazione territoriale;
  3. utilizzo di un linguaggio professionale adeguato (sul piano metodologico e tecnico), rispetto alla situazione sottoposta alla commissione;
  4. capacità di argomentare adeguatamente sul piano logico e professionale le proprie valutazioni professionali, con riferimento specifico ai quadri deontologici e metodologici;
  5. capacità di collocare adeguatamente i mandati e il ruolo del servizio sociale professionale e dell’assistente sociale coordinatore – dirigente all’interno della situazione sottoposta alla commissione.

Orientamenti di massima per la preparazione dell’esame di stato di tipo A

Per la preparazione dell’esame, è richiesto l’esercizio della capacità delle candidate/dei candidati, nel discutere la costruzione di un servizio, di un progetto di intervento, oppure di un programma di formazione-supervisione verso gli operatori.

L’intervento potrà riguardare una comunità territoriale, specifiche fasce di popolazione, o fenomeni sociali, anche complessi, che richiedano l’attivazione ex-novo o il potenziamento di servizi o di progetti di intervento. Particolare attenzione dovrà essere dedicata alla connessione tra situazione problematica e caratteristiche del servizio-progetto (o programma di formazione-supervisione), alla chiara definizione del percorso progettuale, alla definizione degli indicatori di valutazione e dei risultati attesi, agli elementi metodologici e deontologici professionali che saranno utilizzati.

Si ricorda che è necessaria la conoscenza del nuovo codice deontologico, entrato in vigore il 1° giugno 2020. Il testo è scaricabile dal seguente link.

Calendario delle prove dell’Esame di Stato per l’iscrizione all’Albo B dell’Ordine degli Assistenti Sociali – I sessione anno 2020

Le candidate e i candidati all’esame di stato per l’iscrizione all’albo B dell’O.A.S. sono convocate/i alle ore 9 del venerdì 24 luglio p.v. per le procedure di riconoscimento.

Sono pregate/i di dotarsi di un documento di identità valido che dovranno mostrare via video.

  1. Si ricorda alle suddette candidate/i che dovranno essere TUTTE/I presenti entro le ore 9,30, altrimenti saranno verbalizzate/i come ASSENTI e non potranno partecipare alla prova orale anche se calendarizzata in altra data.

Dato l’altissimo numero di iscritte/i all’esame dell’albo B e la concomitante chiusura dell’Università nelle due settimane centrali di agosto, la Commissione, per garantire la continuità del lavoro e la congruenza delle valutazioni, ha fissato come giorno di inizio delle prove il 31 agosto 2020 e ritiene di terminare gli esami entro la fine di settembre 2020.

Il giorno 24 luglio, dopo aver effettuato le pratiche burocratiche di riconoscimento, la commissione procederà alla descrizione delle “linee guida all’esame di stato” , utili a favorire una adeguata preparazione dell’esame e che sono pubblicate contestualmente a questa nota.

Quello stesso giorno, la commissione procederà, inoltre, all’estrazione della lettera dell’alfabeto a partire dalla quale sarà stilato il calendario degli esami che verrà pubblicato nei giorni successivi.

La convocazione e le prove si effettueranno nell’aula pubblica disponibile al seguente link.

In caso di difficoltà di accesso all’aula potete contattare i seguenti n. di cellulare o scrivere ai seguenti indirizzi mail:

Maria Grazia Ricci: 3289166178; grazia.ricci@unipi.it

Gerardo Pastore: 3478072515; gerardo.pastore@unipi.it

Calendario delle prove dell’Esame di Stato per l’iscrizione all’Albo A dell’Ordine degli Assistenti Sociali – I sessione anno 2020

Le candidate e i candidati all’esame di stato per l’iscrizione all’albo A dell’O.A.S. sono convocate/i alle ore 9 del giovedì 16 luglio p.v. per le procedure di riconoscimento.

Sono pregate/i di dotarsi di un documento di identità valido che dovranno mostrare via video.

  1. Si ricorda alle suddette candidate/i che dovranno essere TUTTI presenti entro le 9,30, altrimenti saranno verbalizzate/i come ASSENTI e non potranno partecipare alla prova orale anche se calendarizzata in altra data.

Le prove inizieranno alle ore 11 di quella stessa mattina secondo il seguente calendario di massima:

16 luglio

  • ore 11 – 1 Candidato
  • ore 12 – 2 Candidato
  • ore 14 – 3 Candidato
  • ore 15 – 4 Candidato
  • ore 16 – 5 Candidato
  • ore 17 – 6 Candidato

17 luglio

  • ore 14,30 – 7 Candidato
  • ore 15,30 – 8 Candidato
  • ore 16, 30 – 9 Candidato
  • ore 17, 30 – 10 Candidato

20 luglio

  • ore 14, 30 – 11 Candidato
  • ore 15,30 – 12 Candidato
  • ore 16, 30 – 13 Candidato
  • ore 17, 30 – 14 Candidato

22 luglio

  • ore 14, 30 – 15 Candidato
  • ore 15,30 – 16 Candidato
  • ore 16, 30 – 17 Candidato
  • ore 17, 30 – 18 Candidato

23 luglio

  • ore 14, 30 – 19 Candidato
  • ore 15,30 – 20 Candidato
  • ore 16, 30 – 21 Candidato
  • ore 17, 30 – 22 Candidato

24 luglio

  • ore 14 – 23 Candidato
  • ore 15 – 24 Candidato
  • ore 16 – 25 Candidato

La commissione ha deliberato di procedere seguendo l’ordine alfabetico, dato il numero non eccessivo delle candidate/i.

Questo calendario potrà subire variazioni in base ad eventuali assenze che potranno prodursi e che saranno note solo il giorno della convocazione.

Al termine di ogni giornata sarà pubblicato l’elenco delle/gli esaminate/i con i voti ottenuti.

A termine della sessione sarà verbalizzato l’elenco degli ABILITATI/NON ABILITATI: SOLO DA QUEL MOMENTO POTRANNO ESSERE RILASCIATI I CERTIFICATI

Le prove si effettueranno nell’aula pubblica disponibile al seguente link.

In caso di difficoltà di accesso all’aula potete contattare i seguenti n. di cellulare o scrivere ai seguenti indirizzi mail:

Maria Grazia Ricci: 3289166178; grazia.ricci@unipi.it

Gerardo Pastore: 3478072515; gerardo.pastore@unipi.it

Calendario didattico dell’anno accademico 2020-2021

Lezioni

Ore semestrali di lezione per corso: la durata dei corsi è di 63 ore (pari a 9 CFU), 42 ore (pari a 6 CFU), 21 ore (pari a 3 CFU).

  • 1° semestre (12 settimane di lezione) inizio 15/09/2020 e conclusione il 05/12/2020.
  • 2° semestre (13 settimane di lezione) inizio il 15/02/2021 e conclusione il 15/05/2021.

Appelli di esame

Sono previsti per l’a.a 2020-2021, 7 appelli di esame (di cui 3 nella sessione invernale, 3 nella sessione estiva e 1 a cavallo dei mesi di agosto e di
settembre) con sospensione totale delle lezioni, oltre a 2 appelli straordinari riservati agli studenti lavoratori, studenti genitori con figli minori di otto
anni, studentesse in maternità e studenti fuori corso dei diversi ordinamenti.

  • 3 appelli invernali: 07-19/12/2020 – 11-23/01/2021 – 01-13/02/2021
  • 3 appelli estivi: 17-29/05/2021 – 07-19/06/2021 – 28/06-10/07/2021
  • 1 appello nella sessione di agosto/settembre: 30/08-11/09/2021

Appelli straordinari per studenti lavoratori, studenti genitori con figli minori di otto anni e studenti fuori corso dei diversi ordinamenti noché per
studenti iscritti ai corsi singoli, corsi singoli di transizione, re-immatricolati a seguito di decadenza: 02-14/11/202007-24/04/2021.

Sessioni di laurea

  • Sessioni (senza sospensione delle lezioni): 26-30/10/2020; 30/11-04/12/2020.

Le ulteriori sessioni saranno definite dopo che gli Organi accademici avranno approvato il Regolamento tasse con indicazione delle scadenze delle rate, successive alla prima, per il versamento delle tasse universitarie.

Sospensione delle attività didattiche deliberate dal Senato accademico: —

Giorni di chiusura del dipartimento: 7, 24 e 31 dicembre 2020

Bando di dottorato Scienze politiche a.a. 2020-2021 – Scadenza 10 luglio 2020

Ulteriori informazioni sono presenti sul sito dell’Università nella pagina dedicata al dottorato di ricerca, disponibile al seguente link.

Modalità e criteri di selezione

Valutazione curriculum

Il curriculum, firmato e accompagnato da una fotocopia di un documento di identità in corso di validità, deve essere caricato esclusivamente tramite upload, in fase d’iscrizione online al concorso, e deve riguardare il percorso formativo, le esperienze professionali e di ricerca. Si raccomanda di trasmettere ogni documento si ritenga utile ai fini della valutazione del curriculum stesso.

Il candidato che intendesse sottoporre alla valutazione della commissione esaminatrice elementi relativi alle carriere universitarie svoltesi presso l’Università di Pisa deve farne esplicita richiesta in modo da poter procedere all’acquisizione di ufficio nel curriculum suddetto.

Colloquio

Il colloquio prevede, oltre all’illustrazione del progetto di ricerca, la verifica delle conoscenze, dell’attitudine alla ricerca, della disponibilità a condurre il percorso formativo sia in Italia che all’estero, dell’interesse all’approfondimento scientifico e della conoscenza della lingua inglese.

Indicazione per la presentazione del progetto di ricerca

Il progetto di ricerca dovrà essere prodotto tramite upload in sede d’iscrizione online al concorso e sarà valutato insieme al curriculum e illustrato in sede di colloquio così da far emergere la capacità progettuale del candidato.

Scadenza domande entro le ore 13.00 del 10 luglio 2020.

Di seguito le schede con le specifiche per ogni tema di ricerca:

 

Seduta di laurea 29 Giugno -2 Luglio 2020 – Conseguimento della laurea triennale

Discussione delle prove finali

I prospetti relativi all’organizzazione delle discussioni delle prove finali per il conseguimento della laurea triennale previste il 29 giugno 2020, sono disponibili qui.

Le discussioni delle tesi di laurea avverranno a distanza attraverso la Piattaforma Microsoft Teams.

I laureandi avranno a disposizione un massimo di dieci minuti per l’esposizione dei contenuti del proprio elaborato finale. Si rende noto che, a differenza precedenti modalità, la proclamazione avverrà al termine della discussione.

Di seguito i link alle aule virtuali per ogni seduta di laurea:

Presidente prof. Andrea Borghini

Lunedì 29 Giugno 2020 ore 09.00

Presidente prof. Alessandro Volpi

Lunedì 29 Giugno 2020 ore 09.00

Presidente prof. Saulle Panizza

Lunedì 29 Giugno 2020 ore 09.00

Presidente prof. Mauro Lenci

Lunedì 29 Giugno 2020 ore 15.30

“Le parole dell’economia: Spread, MES, rating, default” – 26 giugno 2020

Venerdì 26 maggio dalle 18.00 alle 19.00, nell’ambito del progetto “Pensiamo insieme il futuro“, si svolgerà l’incontro dal titolo “Le parole dell’economia: Spread, MES, rating, default“.

Intervengono:

  • Mario Morroni, professore di economia politica;
  • Michela Passalacqua, professoressa di diritto dell’economia;
  • Luca Spataro, professore di scienza delle finanze;
  • Dario Trevisan, ricercatore di probabilità e statistica matematica.

Ulteriori informazioni su come partecipare all’incontro sono disponibili qui.